25 Luglio 2017
  • immagine di testa
  • immagine di testa
  • immagine di testa


News
percorso: Home > News > News Generiche

Rombano i motori, si accende la sfida al Rallye Isola d´Elba

05-05-2017 17:00 - News Generiche
La competizione compie 50 anni, in gara 77 piloti di spessore. Tra le novità una prova speciale nell´area industriale della città

PORTOFERRAIO. L´isola d´Elba è pronta a festeggiare i 50 anni di Rallye con il Trofeo Bardahl. Scattano venerdì 5, infatti, le prime prove valide per il campionato italiano Rally WRC che quest´anno partirà proprio dall´Isola d´Elba. La partenza ufficiale è prevista alle 16,30 dal palco allestito nel centro storico di Portoferraio.
Un traguardo di longevità invidiabile, una storia scritta tra le più importanti al mondo, partita dal 1968, con la soddisfazione di avere un plateau di adesioni di altissimo livello, fissato in 77 iscritti, fra i quali 11 vetture World Rally Car e 12 di classe R5.

Percorso e logistica. Tante conferme e anche alcune novità, per l´edizione duemiladiciassette del Rallye Elba, che avrà ancora in Portoferraio il suo quartier generale, contando ovviamente sul sostegno dell´intera comunità elbana. Come consuetudine, infatti, il territorio ha risposto in modo deciso ed appassionato per supportare l´evento, permettendo così di proseguire una storia sportiva tra le più emozionanti al mondo.

Confermato in ampia parte il percorso del 2016. Ma vi sono anche alcune novità, la prima delle quali è la prima prova speciale, la "Cavo-Volterraio" di oltre 26 chilometri, interamente di giorno, proprio seguendo le richieste degli equipaggi. Oltre a questo è stata introdotta la grande novità della prova speciale spettacolo di Portoferraio, la quinta della gara, quella chiuderà la prima giornata di sfide, il 5 maggio. È proprio questa la grande novità del Rallye Elba di quest´anno, disegnata nell´area industriale della città, certamente fruibile al grande pubblico.

In totale sono previste 9 prove speciali, per una distanza cronometrata di 117,40 chilometri a fronte del totale del tracciato che misura 334,580 chilometri. La percentuale di prove speciali sull´intera distanza è del 35, 09%.

Lo spettacolo sportivo. Ci sono 11 vetture World Rally Car, 12 R5, tra le 77 adesioni. Dati che portano a pensare a sfide sul campo spettacolari.

Riflettori certamente puntati sul campione tricolore in carica, il trevigiano Marco Signor, che è al debutto sulle strade elbane. Per avviare bene la stagione con la sua Ford Fiesta Wrc dovrà vedersela con diversi nomi del gotha nazionale, a partire dal comasco Paolo Porro (Ford Focus Wrc), vincitore lo scorso anno sull´isola e deciso quindi a concedere il bis. Da seguire Corrado Fontana, con la Hyundai i20 Wrc, pronto ad una gara di vertice per avviare bene il campionato e per rifarsi anche delle sfortune recenti sofferte proprio all´Elba. Tra gli altri favoriti anche il bresciano Stefano Albertini, con una Ford Fiesta Wrc, il giovane molisano Giuseppe Testa, debuttante sulla Ford Fiesta Wrc, il milanese Simone Miele (Citroen DS3 Wrc), ed il sempre temibile comasco Felice Re (Ford Fiesta Wrc). Il plateau dei pretendenti al successo in questa gara-simbolo dei rallies italiani sono molti altri, a partire dal veloce siciliano Salvatore "Totò" Riolo, (Ford Fiesta Wrc), grande estimatore del Rallye Elba (secondo assoluto lo scorso anno e vincente anche allo "storico"), il bresciano Pedro, anche lui con una Hyundai i20 Wrc, con la quale vuole ritrovare le sensazioni che le "piesse" elbane gli hanno trasmesso nel recente passato con le vetture storiche.

Molto attesa anche la prestazione del lucchese Rudy Michelini, nonostante sia in gara con una Ford Fiesta R5, meno potente rispetto alle Wrc. Secondo assoluto al Rally il Ciocco 2107 valido per il tricolore assoluto, il lucchese cercherà di limare il gap tecnico con una delle sue consuete prestazioni di rilievo (fu secondo assoluto due anni fa).

Piloti locali. Ma gli interessi di carattere tecnico-sportivo e lo spettacolo non si limiteranno certamente ai driver sopra citati. Un occhio di riguardo andrà dato ai piloti locali, sempre temibili in quanto dotati di grande talento ed anche profondi conoscitori delle insidie delle "loro" strade. Emanuele Mannoni (già vincitore della gara quando era una Ronde), con la Ford Fiesta Wrc, Francesco Bettini (quarto assoluto lo scorso anno), stavolta con la Peugeot 208 R5, stessa vettura di Walter Gamba, mentre Andrea Volpi affida le sue speranze di una grande prestazione ad una Ford Fiesta R5 ed Alberto Anselmi avrà invece una Abarth Grande Punto S2000.

We are Elba. Grazie alla collaborazione tra la dirigenza Aci Livorno e Aci Livorno sport e l´assessorato alle politiche giovanili del Comune di Portoferraio, oltre che con tutta l´amministrazione comunale, il Rallye Elba è stato inserito all´interno di We Are Elba, progetto di alternanza scuola-lavoro creato per offrire agli studenti degli istituti superiori elbani l´opportunità di cimentarsi con il mondo della comunicazione pubblica e che ha già coinvolto decine di allievi, sia dei licei che dell´istituto tecnico. Questa volta sarà un gruppo di studenti dell´Itcg Cerboni a confrontarsi con questa esperienza e ad avere l´onere e l´onore di descrivere con le loro parole e con le loro immagini il Rally Elba, competizione motoristica importantissima (e non solo a livello sportivo), e quello che rappresenta e ha sempre rappresentato per il nostro territorio.

http://iltirreno.gelocal.it/piombino/cronaca/2017/05/05/news/rombano-i-motori-si-accende-la-sfida-al-rallye-isola-d-elba-1.15291854


Fonte: iltirreno.gelocal.it

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]